Il click del M5S si colora di giallo, bocciati i sindacalisti carrieristi

Il click del M5S si colora di giallo, bocciati i sindacalisti carrieristi

Gli iscritti al M5S stanno scegliendo il futuro del loro schieramento e, se vincono, il futuro del Paese. Basta un click e le proposte, che vengono dalla centrale di comando,  passano alla storia. Il confronto viene affidato ai computer, che non si arrabbiano, non hanno sentimenti di rivalsa, non protestano e permettono perciò di andare al sodo delle questioni. Il sistema ha fatto breccia e non ha provocato dissenso di metodo. Va bene così, per tutti.

Sono “procedure” note, sotto forma diversa, negli istituti demoscopici, che realizzano sondaggi, taluni di buona qualità, altri trinariciuti, furbissimi e ingannevoli. Così va il mondo, niente di strano.

La differenza, fra la ricerca dei sondaggisti, e quella dei Cinque stelle, sta probabilmente nella esistenza di più dettagli nelle domande proposte agli iscritti. Invece che un quesito secco, viene concesso qualche aiutino…

Ciò che invece rende, in alcune circostanze, abbastanza simile il criterio scelto dai cinque stelle, è la presenza di qualche aggettivo, che in linea di principio serve ad illuminare la mente, ma nella fattispecie indirizza le risposte in modo inequivocabile.

Insomma i sondaggisti sanno come ottenere le risposte che servono. E la centrale di comando grillina? In qualche caso ha la mano pesante. Un esempio? Uno sguardo ai quesiti che riguardano i sindacalisti che, com’è noto, assieme ai giornalisti, costituiscono la categoria meno amata dallo staff e dagli iscritti. Sembrano risentire della diffidenza. Lo ‘Stop ai privilegi sindacali’ è il tema che ha registrato la maggiore partecipazione degli iscritti, con 47.709 preferenze espresse. Il quesito più votato è stato ‘Stop ai sindacalisti carrieristi della politica e nei consigli di amministrazione e gestione delle aziende’ (15.081 voti).

Come meravigliarsi che sia prevalso il pollice verso, visto che si trattava di decidere la sorte dei carrieristi? Se avessero sostituito i carrieristi con un’altra categoria di lavoratori, il risultato non sarebbe cambiato. Perfino davanti al sacerdote, la risposta sarebbe negativa, se la domanda di prammatica fosse: “vuoi tu prendere in moglie (o marito), la qui presente carrierista…”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.