Cellulari, le buone abitudini d’uso (dal Ministero della Salute)  

Cellulari, le buone abitudini d’uso (dal Ministero della Salute) 
 
Fonte: adnkronos.com

Ecco alcune buone abitudini, indicate dal ministero della Salute, per ridurre il livello di esposizione ai campi elettromagnetici, prodotti dagli smartphone. I consigli sono d’attualità, dopo la storica sentenza del tribunale di Ivrea. Ecco come usarlo correttamente: 1) fare le telefonate in condizioni di alta ricezione del segnale e in zone ad alta copertura dalle reti di telefonia mobile; 2) utilizzare auricolari e vivavoce; 3) ridurre le telefonate non necessarie; 4) utilizzare messaggi di testo; 5) spiegare ai bambini che il cellulare è uno strumento di comunicazione da usare in caso di necessità e non un gioco; 6) Cominciare a usare il cellulare da bambini e adolescenti, come attualmente accade, significa che gli adulti di domani avranno durate di esposizione molto superiori a quelle sperimentate dagli adulti contemporanei. In questa prospettiva, i genitori potrebbero voler dilazionare o ridurre l’uso del cellulare da parte dei propri bambini; 7) non fare uso di dispositivi commerciali, pubblicizzati come in grado di ridurre i livelli di esposizione del telefono, la cui efficacia non è in realtà mai stata dimostrata: possono sortire anzi l’effetto contrario; 8) non tenere il cellulare acceso negli ospedali o dove sono presenti apparecchiature elettromedicali.  

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.