Palermo, “mamma disperata” fa arrestare pusher del figlio, che consuma cocaina

Palermo, “mamma disperata” fa arrestare pusher del figlio, che consuma cocaina

‘Mamma disperata’. Si è firmata così la donna grazie alla cui denuncia la Polizia di Stato ha arrestato ieri a Palermo Salvatore Bevilacqua, 26 anni, ritenuto responsabile di un  giro di spaccio di cocaina in grado di rifornire giovani acquirenti  nella zona Zisa-Borgo Nuovo. La ‘mamma coraggio’ ha preso carta e  penna e ha scritto ai poliziotti fornendo loro nome e indirizzo di chi stava rovinando la sua vita e quella della sua famiglia. Gli  appostamenti nei pressi dello stabile segnalato hanno permesso agli  agenti di notare un continuo andirivieni, “incompatibile con il  tranquillo ménage di una famiglia media palermitana” spiegano dalla  Questura.

Così è scattata l’irruzione. Alla vista degli agenti, Bevilacqua si è  dapprima barricato in casa e successivamente ha opposto una strenua  resistenza colpendo con calci e pugni i poliziotti. Solo dopo diversi  minuti è stato immobilizzato e arrestato. Recuperata anche la borsa  contenente 7 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e un ‘libro mastro’ con i nomi degli acquirenti, di cui il 26enne aveva cercato di disfarsi, gettandola dal balcone. La droga, analizzata in laboratorio, conteneva un principio attivo pari all’87 per cento. Per Bevilacqua  sono così scattate le manette. Le indagini proseguono per accertare la presenza di eventuali complici nell’attività di spaccio.        (Loc/AdnKronos)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.