Addio a Michael Novak, conciliò Cristianesimo e liberalismo  

Addio a Michael Novak, conciliò Cristianesimo e liberalismo
 
Fonte: adnkronos.com

È scomparso a Washington Michael Novak, tra i principali filosofi cattolici americani. Aveva 83 anni. La causa del decesso, riferisce l’edizione online del ‘Washington Post’, è legata a una complicazione del tumore al colon, come ha precisato la figlia Jana Novak.   “Con Novak scompare una figura eminente del pensiero sociale cattolico del nostro secolo. L’importanza di Novak è fondamentale in quanto ha contribuito a sviluppare quella corrente di pensiero che riconcilia la tradizione cristiana con la modernità, sanando quel conflitto che si era aperto con la rivoluzione borghese. Sulla scia di San Giovanni Paolo II, Novak ha saputo far dialogare la Dottrina Sociale della Chiesa con la modernità politica ed economica”. Così lo ricorda Flavio Felice, professore universitario e autore per Rubbettino dell’unica monografia in lingua italiana dedicata proprio al pensatore liberale intitolata ‘Capitalismo e Cristianesimo. Il personalismo economico di Michael Novak’. Novak era nato nel 1933 in Pennsylvania. Laureato in filosofia allo Stonehill College aveva conseguito il baccalaureato in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma e un master in Storia e filosofia della Religione ad Harvard. Fu corrispondente per il National Catholic Reporter durante il Concilio Vaticano II. È stato il primo cattolico romano a insegnare una disciplina umanistica nella prestigiosa università di Stanford. L’editore Rubbettino ha contribuito alla diffusione del suo pensiero in Italia pubblicando alcune sue opere, tra le quali ricordiamo: ‘L’impresa come vocazione’ e ‘Coltivare la libertà’. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.