I CC sequestrano 13 animali del Circo Svezia a Monreale

I CC sequestrano 13 animali del Circo Svezia a Monreale

Maltrattamento e detenzione in  condizioni incompatibili con le caratteristiche biologiche ed  etologiche della specie. Con questa accusa i carabinieri hanno  sequestrato 13 animali, tra cui anche tre grandi felini, al Circo  Svezia a Monreale (Palermo), già nei giorni scorsi al centro della  cronaca per la ‘fuga’ di una tigre bianca dalla propria gabbia.  L’esemplare era stato notato da alcuni automobilisti lungo la  circonvallazione e solo dopo diverse ore e con l’aiuto di un’equipe di veterinari era stato catturato. Ieri i carabinieri forestali del  nucleo operativo Cites e del servizio Cites territoriale,  specializzato nel contrasto al commercio illegale di specie protette e pericolose, insieme ai militari della Stazione di Villagrazia di  Carini hanno effettuato un controllo al circo.        Durante il sopralluogo, a cui hanno partecipato anche i medici  veterinari dell’Asp, la Guardia di finanza e Polizia municipale, è  emersa “una lunga serie di irregolarità” rispetto alle linee guida per la detenzione di animali nei circhi redatte dal ministero  dell’Ambiente e alla normativa comunitaria sul trasporto di animali.

“Le numerose irregolarità amministrative, insieme al rilievo delle  gravi condizioni malsane e contrarie al benessere animale in cui gli  animali venivano mantenuti” spiegano dal Comando provinciale dei  carabinieri di Palermo hanno fatto scattare il sequestro di due tigri  (una del Bengala e una Siberiana), un leone, due dromedari, un lama,  un piccolo cavallo maschio, un pony, due asini, due cavalli, una capra nana. Sequestrati anche alcuni mezzi e strutture in cui venivano  trasportati e detenuti gli esemplari.

La Polizia municipale di Carini ha fatto scattare i  sigilli anche all’area di circa 2.600 metri quadrati, di proprietà  privata, su cui si era sistemato il circo per la presenza di ammassi  di sfabbricidi e altri rifiuti speciali abbandonati nel tempo,  ipotizzando il reato di discarica abusiva. “Non disponendo  nell’immediatezza di idonei mezzi di trasporto e strutture di  custodia, in attesa di trovare a breve una consona sistemazione  alternativa, tutti gli esemplari e i mezzi sono stati affidati in  temporanea giudiziale custodia al titolare del circo” spiegano i  carabinieri.        (Loc/AdnKronos)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.