Studenti occupano Rettorato Università Palermo, protesta per biblioteca. Come Bologna

Studenti occupano Rettorato Università Palermo, protesta per biblioteca. Come Bologna

Una cinquantina di studenti  universitari delle facoltà di Scienze politiche, Ingegneria ed  Economia ha occupato questa mattina gli uffici del rettorato  dell’Università di Palermo, in piazza Marina. Cori, slogan contro il  rettore e uno striscione, srotolato dalle finestre, con la scritta  ‘Gli studenti hanno bisogno di spazi, il Labaut non si tocca!’. Al  centro della protesta c’è la biblioteca autogestita ‘Labaut’ di viale  delle Scienze, minacciata, secondo gli studenti, da una delibera del  rettore in cui si riconosce la possibilità di gestire spazi  dell’università e di richiedere lo svolgimento di iniziative  extracurriculari soltanto ad associazioni studentesche giuridicamente  costituite.

Al rettore Fabrizio Micari è stata consegnata una petizione, sostenuta da duemila ragazzi dell’Ateneo, per difendere lo spazio autogestito.  “Per noi è grave che all’interno dell’Università di Palermo si  restringano fortemente gli spazi di democrazia, di libera espressione  e soprattutto di protagonismo degli studenti – afferma Federico Guzzo, studente di Scienze politiche – Chiediamo al rettore di ritirare la  delibera e di garantire a tutti gli studenti la possibilità di  richiedere aule per seminari, approfondimenti e dibattiti utili a  tutti”.        (Man/AdnKronos)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.