Nobel, rivelata lista segreta del 1966: in gara Gadda, Levi, Moravia e Montale 

Nobel, rivelata lista segreta del 1966: in gara Gadda, Levi, Moravia e Montale 
Fonte: adnkronos.com

Carlo Emilio Gadda e Carlo Levi furono tra i 72 candidati al Premio Nobel per la Letteratura nel 1966, che quell’anno fu assegnato, a pari merito, allo scrittore israeliano Shmuel Yosef Agnon e alla scrittrice svedese Nelly Sachs.  I nomi dei due scrittori italiani compaiono nella ‘lista segreta’ dei nominati al prestigioso riconoscimento che come da tradizione viene rivelata dall’Accademia Reale Svedese solo dopo 50 anni e che è stata pubblicata ora dalla stampa di Stoccolma.  Nella ‘lista segreta’ compaiono altri due autori italiani, Alberto Moravia e Eugenio Montale (che poi vincerà il Nobel nel 1975), già candidati altre volte negli anni precedenti al 1966. Carlo Emilio Gadda comparve per la prima volta in quell’elenco del 1966: a fare il nome dell’autore di ‘Quer pasticciaccio brutto de via Merulana’ e ‘La cognizione del dolore’ fu il linguista Mario Andrew Pei, considerato uno dei maggiori poliglotti del XX secolo, professore della Columbia University di New York.  Carlo Levi, autore di ‘Cristo si è fermato a Eboli’, fu candidato per la seconda volta dalla scrittrice Maria Bellonci, che con il marito Goffredo era all’epoca l’animatrice e la ‘regina del salotto’ del Premio Strega.  Ancora una volta nel 1966 a fare il nome del poeta Eugenio Montale fu l’amico Uberto Limentani, professore di letteratura italiana all’Università di Cambridge. La candidatura di Moravia, presente negli archivi di Stoccolma dagli anni ’50, fu proposta nel 1966 congiuntamente da Bellonci e Limentani.  Nel 1966 il numero dei candidati in totale fu di 72, in calo rispetto ai 90 del 1965. Tra gli scrittori che ottennero la prima nomination 50 anni fa, oltre a Carlo Emilio Gadda, ci furono Witold Gombrowicz, Günter Grass, Arnold Wesker, Alexandre Arnoux, Thierry Mulnier, Henry Muller, Walter Pabst e Pierre Henri Simon.  Tra i 72 nominati del 1966 ci sono importanti scrittori del Novecento, molti dei quali – pur numerose volte candidati – non otterranno mai il Nobel.  Scorrendo la ‘lista segreta’ si leggono nomi come Anna Akhmatova, Louis Aragon, W.H. Auden, Samuel Beckett, Jorge Luis Borges, Heinrich Böll, Alejo Carpentier, E.M. Forster, Max Frisch, Romulo Gallegos, Jean Giono, Ernst Jünger, André Malraux, Vladimir Nabokov, Pablo Neruda, Katherine Anne Porter, Ezra Pound, Tarjei Vesaas, Thornton Wilder e Edmund Wilson.  La giornalista svedese Kaj Schueler in un articolo sul quotidiano ‘Svenska Dagbladet’ di Stoccolma rivela che i finalisti del 1966 al Premio Nobel, in ordine di preferenza, furono: 1) Kawabata Yasunari, 2) Agnon e Sachs; 3) Graham Greene; 4) W.H.Auden.  Nonostante la raccomandazione del Comitato Nobel dell’Accademia Reale Svedese di proclamare vincitore lo scrittore giapponese Yasunari, il Premio fu assegnato invece ai secondi classificati, Agnon e Sachs. Yasunari, autore di ‘Il paese delle nevi’ e ‘Il maestro di go’, si rifece due anni dopo: nel 1968 ottenne il Premio Nobel divenendo il primo scrittore del Sol Levante a ottenere il riconoscimento.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.