Canicattì, abbatte la porta dell’ex moglie a calci. Polizia interviene in tempo

Canicattì, abbatte la porta dell’ex moglie a calci. Polizia interviene in tempo

Con l’accusa di maltrattamenti in  famiglia, danneggiamento aggravato, minacce gravi e lesioni personali  nei confronti dell’ex moglie, la Polizia ha arrestato a Canicattì, in  provincia di Agrigento, Vincenzo Curto, 30 anni, già sottoposto alla  misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati  dalla donna. Ieri l’uomo, violando la prescrizione che gli era stata  imposta, si è recato a casa dell’ex moglie, anche lei 30enne, e ha  cercato di entrare a casa abbattendo la porta con calci e pugni,  incurante della presenza nell’appartamento dei figli di 8 e 5 anni e  di 10 mesi.

L’intervento degli agenti ha scongiurato il peggio e l’uomo è stato  bloccato e arrestato. La donna, rimasta ferita ai polsi, è stata  accompagnata al pronto soccorso per le cure del caso. Il pm di turno,  Salvatore Vella, ha disposto che il 30enne fosse condotto in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria.        (Loc/AdnKronos)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.